Ricò - Storia

Le prime notizie storiche certe di Ricò sono contenute in un documento del 1074. Detto in antico Rivocavo, dal nome del vicino torrente, nel tempo si trasforma in Ricao, Ricovo, Riccò. La sua importanza è dovuta al fatto di essere sul confine tra la zona gravitante su Meldola e quella gravitante su Civitella, in prossimità dell'attraversamento del fiume Bidente (il guado, da cui il nome della località Gualdo). A Ricò c'è il mulino, a cui tutti gli abitanti, almeno fino all'unità d'Italia, fanno capo per la macinatura. Dai circa 100 abitanti del XVII e XVIII secolo si passa, nel corso del XIX secolo, a quasi 900. Nel 1859 viene istituita una scuola elementare, nel 1909 un ufficio postale, nel 1912 si inaugura l'illuminazione pubblica. La chiesa, citata per la prima volta in un documento del 1202, viene più volte ricostruita nel corso dei secoli, dopo vari terremoti. È dedicata a San Giovanni evangelista e le feste parrocchiali si svolgono la prima domenica di maggio e la seconda domenica di settembre. Nel 1978 la costruzione di una variante sulla SS 310 (ora SP 4) toglie dal centro del paese il traffico di transito, ed anche il percorso dei mezzi pubblici viene spostato fuori dall'abitato. Nel giugno 1993 viene soppressa la scuola elementare e gli studenti si spostano a San Colombano e a Meldola. Dal 1993, dopo decenni di immobilismo, si assiste ad un risveglio culturale che porta alla realizzazione in tempi rapidi di un campo da calcetto, di un centro polivalente ed al restauro della chiesa parrocchiale. Viene anche eletta per la prima volta la Consulta di Frazione di Ricò-Gualdo presso il Comune. Nel 1998 nasce l'Associazione Socio Ricreativa Ricò-Gualdo, con sede nell'edificio della ex scuola elementare. L'associazione, tuttora attiva grazie al volontariato dei cittadini, è impegnata a promuovere attività culturali, sociali e ricreative per vivacizzare la vita del paese.


Questi articoli potrebbero anche essere interessanti per te:

Ricò - Sommario
Ricò - Geografia Fisica
Ricò - Economia
Ricò - Storia


Trova più articoli →

Questo testo è concesso in licenza in base alla licenza Creative Commons Attribution-Share-Alike 3.0. Maggiori informazioni / autori